Cannabis legale: di che cosa si tratta e che benefici ha

Oggi si sente moltissimo parlare di cannabis legale detta anche light ma non è chiaro a tutti di che cosa si tratta e che indicazioni terapeutiche ha. Vediamo di fare maggiore chiarezza nella breve guida che segue,

Che cos’è la cannabis senza THC

Si parla di cannabis legale per indicare delle infiorescenze che hanno un contenuto di THC inferiore allo 0,6%. Oggi ci sono moltissimi negozi che vendono questo prodotto, legale e sicuro senza rischi. La legge consente oggi di vendere questa cannabis leggera nel nostro Paese senza la necessità di avere una ricetta medica. La marijuana legale è senza THC, inferiore allo 0,6%, ma con del CBD, un principio attivo che seppur con concertazioni minime ha delle indicazioni terapeutiche benefiche per chi la consuma. Le legge 242 del 2016 legalizza si ala produzioni che la commercializzazione di questa tipologia di marijuana. La sua produzione non è certo una novità dato che c’erano già produttori che coltivano la canapa per produrre alimenti (semi, olio etc.) ma anche vestiti. La novità riguarda ala possibilità di commercializzare le infiorescenze che hanno un contenuto di THC bassissimo. La coltivazione e la vendita di cannabis senza THC non è più vietata ma è permessa dalla legge.

I benefici del suo consumo

Viene naturale chiedersi perché una persona dovrebbe utilizzare della cannabis legale. Lo scopo non è affatto quello di sballarsi ma ci sono delle implicazioni impronti che il CBD ha. Si tratta di un principio attivo della cannabis legale ha che ha effetti positivi per chi ha problemi di ansia o anche di convulsioni. La cannabis legale è anche un antinfiammatorio e ha anche il potere di regolare al glicemia, utilissimo ai pazienti diabetici. La cannabis legale è anche un possibile sostituto di farmaci analgesici per poter ridurre il dolore. Per tale ragione chi soffre di emicrania costante o altri dolori cronici, può beneficiare di questo prodotto oggi legale.

Per info e / o acquisti: www.cannabislegale.cloud