Come si calcola il valore dell’oro e come funziona la sua quotazione

Il valore dell’oro è in continuo mutamento, ciò significa che l’oro non ha un valore fisso ma cambia periodicamente. Questo capita perché l’oro, al pari di altri metalli preziosi come argento, rodio, rame, palladio, nichel etc., è quotato in borsa. Ad ogni transazione eseguita dagli agenti di borsa, l’oro può modificare il suo valore. Per conoscere il valore ufficiale del giorno, si deve aspettare la chiusura della borsa valore di Londra, che fa da riferimento. Il valore dell’oro è espresso in dollari al grammo.

Il funzionamento della quotazione del negozio

Nonostante vi sia una quotazione ufficiale, i compro oro a Roma non sono costretti a cambiare la loro quotazione ogni giorno ma è sufficiente che la loro sia in linea con quella ufficiale del periodo. Insomma, non devono esserci quotazioni troppo discordanti dai lavori ufficiali. È importantissimo che un buon negozio di compro oro a Roma abbia sempre in bella mostra la sua quotazione, cioè il valore che viene dato a un grammo di oro. Potrebbe sembrare cosa di poco conto ma ci sono delle ragioni per cui deve esser fatto.

La certezza di equità di trattamento

Anzitutto, esporre la quotazione dell’oro assicura a tuti il medesimo trattamento. Non ci sono infatti persone che riceverono una quotazione migliore. Se una persona che ne sa poco di compravendita di oggetti preziosi si rivolgesse a un negozio che non ha la quotazione esposta, potrebbe esser applicato un valore molto basso appositamente per imbrogliare. La chiara esposizione della quotazione con cui vengono valutati gli oggetti in oro assicura parità di trattamento e massima trasparenza, infatti.

Un tacito accordo tra le parti

In secondo luogo, esporre la quotazione è anche un modo simbolico per le due parti di accordarsi. Solo se la quotazione è esposta, una persona può accettare di vendere gli oggetti preziosi. La quotazione esposta può anche esser vista come un tacito accordo tra le due parti che seguono la compravendita.