Come usare la piastra senza rovinare i capelli: 3 consigli utili

Ci sono errori che tutti facciamo quando usiamo la piastra rischiando di rovinare i capelli. Ecco allora come usare al meglio la piastra senza rovinare i capelli.

Usare schermi protettivi dal calore

Prima di usare la piastra, o un’altra fonte di calore sui capelli, debbiamo sempre usare un prodotto proiettivo. Ci sono oggi in commercio i cosiddetti termo protettivi: sono prodotti che vanno messi sui capelli, umidi o asciutti, che creano uno schermo protettivo dal calore della sparta. In tale maniera, i danni del calore vengono notevolmente ridotti e i capelli non risentono nemmeno di frequenti lisciaggi e arricciamenti. Attenzione a non usare prodotti a base di alcool che spesso seccano il capello e nemmeno prodotti che bagnano troppo altrimenti poi la piastra li fa evaporare e frigge il capello.

Asciugare benissimo i capelli

Altro errore che facciamo spesso usando la piastra è fare la piega ai capelli sena averli perfettamente asciutti. Anzitutto, se i capelli non sono ben asciutti, è inutile lisciarli perché l’umidità residua poi li fa arricciare di nuovo rovinando l’effetto finale. Altro motivo è che l’acqua in eccesso presente sui capelli viene fatta evaporare dalla piastra calda creando anche dei danni ai capelli. Se volgiamo lisciare o fare le onde con la piastra dopo aver lavato i capelli, questi devono essere perfettamente asciutti.

Applicare la maschera per capelli

La migliore piastra per capelli rovina meno i capelli ma questo non vuol dire che non crei alcun tipo di danno. Se siamo solite usare spesso la piastra sui capelli, il consiglio migliore è quello di usare una maschera anti danni all’incirca due volte al mese. La maschera è molto più idratante del balsamo. Ci sono anche altre soluzioni che consentono di prevenire i danni e curare i capelli danneggiati. Molte usano l’olio di cocco, quello di argan o quello di mandorle dolci che va messo prima dello shampoo e poi lavato per bene per evitare di lasciare residui oleosi.