Pozzo nero: a cosa serve, come è fatto e come si pulisce

A cosa serve

Il pozzo nero è una sorta di cisterna sotterranea dove confluiscono tutti gli scarichi domestici di un’abitazione che si trova isolata. Quando una casa è situata in una zona isolata è facile che la rete fognaria pubblica non arrivi fino a lì e allora è necessario installare un pozzo nero dove far arrivare le condotte di scarico. Esistono anche situazioni in cui la rete fognaria non è capillare e molte case allora sono costrette a  installare pozzo nero.

I materiali migliori

La vasca del pozzo nero può essere realizzata con diversi materiali tutti molto resistenti e duraturi. Molto spesso il pozzo è costruito con il cemento calcestruzzo che è un must per le costruzioni in generale. È un prodotto molto resistente che conferisce una grande sicurezza al pozzo nero il quale no si rompe e non ha problemi di sversamento dei liquami. Il cemento è però anche costoso. In alternativa, si usa oggi moltissimo il pvc. Si tratta di un polimero plastico che è usatissimo in diversi campi, tra cui anche l’idraulica. Il pvc è anch’esso molto resistente e ha il vantaggio di costare anche poco. Ci sono anche pozzi neri realizzati in vetroresina che è un buon materiale anche se non è molto diffuso. Tutti i materiali citati sono validai a patto di eseguire un servizio di autospurgo Roma con regolarità.

Come si esegue la pulizia

Il pozzo nero ha solo condotte in entrata e nessuna in uscita perciò si riempie un po’ per volta nel tempo. La pulizia va fatta all’incirca una volta l’anno. Ci sono del botole di ispezione per verificare il livello raggiunto all’interno del pozzo. Per poter pulire un pozzo nero è necessario chiamare degli esperti. Non è infatti possibile eseguire in autonomia queste operazioni anche perché è molto pericoloso a causa dei miasmi che risalgono dalla cisterna sotterranea. Chi si occupa di pulizia e autospurgo Roma utilizza un’auto botte per prelevare tutto la parte liquida e poi il pozzo viene pulito con getti di acqua pressurizzata.