Pozzo nero e fossa biologica: quali sono i prodotti da non gettare mai nello scarico

Ci sono diverse sostanze che non dovrebbero mai esser introdotte nello scarico del wc per il corretto funzionamento del pozzo nero o fossa biologica.

Le vernici e i solventi: ricche di sostanze chimiche

Tutti i prodotti come venirci, colle, solventi, diluenti, acquaragia, etc. sono ricchi di sostanze chimiche al loro interno. Le sostanze chimiche sono molto pericolose per chi ha un pozzo nero o anche una fossa biologica. Ogni volta che si gettano queste sostanze, anche se sono state diluite con acqua, giù per lo scarico, convengono nel pozzo nero. All’interno della cisterna sotterranea, queste sostanze si possono mescolare tra idi loro e avere reazioni diverse. Alcune possono creare schiume molto dense che riempiono il pozzo prima del tempo così da dover chiamare al più presto il pronto intervento fognature Roma oppure possono reagire e creare dei fumi tossici molto pericolosi.

L’olio esausto: da raccogliere a parte

L’olio usato per cucinare, anche se poco, va sempre raccolto a parte. Basta aspettare che si raffreddi e metterlo in una vecchia bottiglia vuota. Di seguito, si deve portare l’olio usato presso una discarica autorizzata al suo smaltimento. L’olio usato per cucinare non va mai e poi mai buttato nello scarico del lavello della cucina. È un prodotto davvero molto dannoso per l’ambiente perché impermeabilizza il terreno e non solo. Chi ha un pozzo nero dovrebbe fare addirittura maggiore attenzione perché l’olio crea problemi all’interno del pozzo.

I prodotti per pulire: meglio se bio

Pe evitare di dover sempre chiamare il pronto intervento fognature Roma per problemi con il pozzo nero, tutti i prodotti che si usano per pulire casa dovrebbero esser biologici. I normali prodotti per le pulizie contengono diverse sostanze che creano molta schiuma. I tensioattivi e gli agenti schiumogeni sono un problema per chi ah un pozzo nero perché questo si riempire molto più in fretta. Chi inizia ad utilizzare prodotti bio vedrà che il livello all’interno della cisterna sotterranea salirà meno in fretta rispetto a prima.